Giovanni Sciangula

Giovanni Sciangula

“….Che vuol dire grande avvocato? Vuol dire avvocato utile ai giudici per aiutarli a decidere secondo giustizia, utile al cliente per aiutarlo a far valere le proprie ragioni. Utile è quell’avvocato che parla lo stretto necessario, che scrive chiaro e conciso, che non ingombra l’udienza con la sua invadente personalità, che non annoia i giudici con la sua prolissità e non li mette in sospetto con la sua sottigliezza: proprio il contrario, dunque, di quello che certo pubblico intende per grande avvocato ….”

Piero Calamandrei


Ruolo
Avvocato presso lo Studio Legale Scuderi Motta e Associati

Sede
Catania, Roma

Ordine degli avvocati
Catania

Indirizzo email
giovannisciangula@mondolegale.it
giovanni.sciangula@pec.ordineavvocaticatania.it

Recapiti telefonici
Catania Tel. +39095445240/41 Fax +39095447397
Roma Tel. +3906-80662285- +3906- 80662286 fax +3906-8072985


Profilo
Ha una significativa esperienza nei servizi di consulenza e assistenza, giudiziale e stragiudiziale in materia di Diritto Civile, Diritto Commerciale e Diritto Societario in favore di enti pubblici, società e privati, ed in particolare nell’ambito dell’esecuzione di  appalti di lavori, di servizi e forniture, nel settore della responsabilità medica, contrattualistica, nei suoi aspetti commerciali e societari, cura procedure fallimentari, procedure esecutive, procedure in materia di arbitrato, anche in rapporto con gli enti pubblici.
In quest’ambito ha maturato esperienze nella gestione del contenzioso innanzi alle Corti Nazionali, nonché alla Corte di Cassazione ed alle altre Giurisdizioni Superiori.
Negli anni 1998-1999  e 1999-2000 ha seguito un  Corso di formazione ed approfondimento di Diritto Bancario.
Nel 2003 ha frequentato a Messina un corso di studio su l’Arbitrato – Scuola di Formazione Ipsoa.

Formazione
Nel 1993 ha conseguito la laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Catania e un Attestato di perfezionamento post-universitario presso il Centro Studi di Diritto Bancario presso la stessa Facoltà dell’Università di Catania.
È iscritto all’albo degli avvocati del distretto di Catania dal 1998 ed all’Albo speciale dei Cassazionisti dal 2011.

Lingue
È di madrelingua italiana.
Ha una buona conoscenza della lingua inglese.

Esperienze
Dal gennaio del 2000 è Avvocato dello Studio Legale Scuderi Motta e Associati.
Negli anni 2000/2002 ha collaborato nell’ambito del progetto finanziato dalla C.E.E. denominato “E- Arbitration – T” per la creazione, sviluppo e diffusione del processo arbitrale elettronico.

Altre competenze
Ha sviluppato elevate capacità di organizzazione e coordinamento in vista del raggiungimento di obiettivi complessi. Pertanto competenze progettuali e attuative hanno contraddistinto la lunga esperienza professionale espletata presso innumerevoli enti pubblici, imprese ed altre strutture nazionali.

 

image_print

News

Sui principi di autosufficienza e autoresponsabilità nella redazione della nota di trascrizione
22 Gennaio 2021

Con la sentenza del 13 Gennaio 2021, la Suprema Corte di Cassazione ha ribadito due importanti principi alla base della redazione della nota di trascrizione: l’autosufficienza e l’autoresponsabilità. Nel caso in ispecie, la signora C.R. ha ricorso in Cassazione avverso la sentenza della Corte d’Appello di Palermo che aveva respinto...
Occupazione usurpativa: spetta al cittadino illegittimamente privato del proprio bene la decisione di optare tra tutela restitutoria o risarcitoria nei confronti della Pubblica Amministrazione
20 Dicembre 2020

La Corte di Cassazione con la decisione dell’11 dicembre del 2020, si è pronunciata in materia di occupazione e trasformazione permanente di un terreno privato ad opera di una Pubblica Amministrazione, in assenza di dichiarazione di pubblica utilità. In particolare, un Comune siciliano era stato condannato nei primi due gradi...
Locazione: il comportamento operoso successivo alla proposizione della domanda di risoluzione per morosità non vale a sanare o diminuire le conseguenze del precedente inadempimento
16 Dicembre 2020

Con la sentenza del 7 Dicembre 2020, la Corte di Cassazione ha fatto chiarezza in merito all’applicazione della disciplina della risoluzione del contratto per inadempimento ai sensi dell’articolo 1455 del codice civile ai casi di sfratto per morosità dell’inquilino. In particolare, ha rigettato la domanda della ricorrente che riteneva erroneo...