Procedura per l’accesso ai finanziamenti del fondo amianto per gli edifici pubblici

Procedura per l’accesso ai finanziamenti del fondo amianto per gli edifici pubblici
22 Novembre 2020 Giovanni Sciangula

In data 19 novembre 2020, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Direttoriale n. 486 del 13 dicembre 2019 da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, recante il bando relativo all’annualità 2018 per l’accesso ai finanziamenti del fondo per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica di beni pubblici contaminati da amianto, così come istituito dalla legge n. 221/2015.
L’obiettivo del fondo è quello di finanziare, integralmente o parzialmente, i costi di progettazione preliminare e definitiva degli interventi di bonifica, mediante rimozione e smaltimento dell’amianto e dei manufatti in cemento-amianto da edifici e strutture di proprietà dell’ente e destinate allo svolgimento di attività dell’amministrazione partecipante o di attività di interesse pubblico.
La formazione della graduatoria finale è determinata dai seguenti criteri di priorità: 1) interventi relativi ad edifici pubblici collocati all’interno, nei pressi o comunque entro un raggio non superiore a 100 metri da asili, scuole, parchi gioco, strutture di accoglienza socio-assistenziali, ospedali, impianti sportivi; 2) interventi relativi ad edifici pubblici per i quali esistono segnalazioni da parte di enti di controllo sanitario e/o di tutela ambientale e/o di altri enti e amministrazioni in merito alla presenza di amianto; 3) interventi relativi ad edifici pubblici per i quali si prevede un progetto cantierabile in 12 mesi dall’erogazione del contributo; 4) interventi relativi ad edifici pubblici collocati all’interno di un Sito di bonifica di Interesse Nazionale e/o inseriti nella mappatura dell’amianto ai sensi del Decreto Ministeriale n. 101 del 18 marzo 2003.
Destinatari del bando sono le amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo 165/2001 che dovranno presentare la domanda entro 120 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

image_print

Allegati