Tra lex e news

Il diritto “progredito” si nutre della conoscenza delle leggi e della loro applicazione.
Per questo diamo spazio alla circolazione delle notizie in quanto fonte inesauribile di un diritto vivo, in continua evoluzione e movimento.

Categorie

Archivio

Tag Cloud

  • Annotazione nel Casellario Informatico di “notizie utili”

    In Appalti Pubblici e Concessioni on

    La Prima Sezione Interna del TAR Lazio di Roma, con decisione del 04.07.2019 n.8744, ha ritenuto illegittima per difetto istruttorio e di motivazione l’annotazione da parte dell’ANAC sul Casellario Informatico da essa gestito, di “notizie utili” afferenti l’annullamento di una aggiudicazione determinato da problematiche afferenti la dichiarazione di subappalto resa in sede di gara dall’operatore economico, che non sia accompagnato da una

    Leggi tutto
  • Terzo condono edilizio

     Il Consiglio di Giustizia Amministrativa, con la decisione del 02.07.2019 n. 634, ha preso posizione sulla interpretazione dell’articolo 32 comma 25 del D.L. n. 269/2003, avuto riguardo ad un caso di condonabilità di opere che costituiscono un ampliamento del manufatto in una misura superiore al 30% ma con un volume lordo inferiore a 750 mc. In prime cure, il TAR Catania

    Leggi tutto
  • Accesso civico generalizzato massivo

    In Normativa, Pubblica Amministrazione on

    L’accesso civico a grandi quantità di documenti, non può essere semplicemente rigettato poiché ritenuto massivo dall’Amministrazione, la quale ha invece l’onere di dimostrare l’eccessività della mole di lavoro necessario ad eseguire la richiesta, proponendo eventualmente al privato soluzioni alternative in un’ottica di cosiddetto dialogo collaborativo; a precisarlo è la sentenza della IV sezione del TAR Campania del 9 maggio 2019, numero

    Leggi tutto
  • Gravi illeciti professionali secondo la Corte di Giustizia

    “L’articolo 57, paragrafo 4, lettere c) e g), della direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sugli appalti pubblici e che abroga la direttiva 2004/18/CE, deve essere interpretato nel senso che osta a una normativa nazionale – quale è quella contenuta all’art. 80 comma 5, lettera c) del decreto legislativo 56/2016, in tema di gravi

    Leggi tutto